giovedì 27 settembre 2012

Donna e uomo...;)

Marito e moglie stanno guardando la tv quando lei dice: "Sono stanca, è tardi, penso che andrò a letto".

Va in cucina a preparare i panini per l’indomani.

Sistema le tazza per la colazione, estrae la carne dal freezer per la cena del giorno dopo, controlla la scatola dei cereali, riempie la zuccheriera, mette cucchiai e piattini sulla tavola per la mattina successiva.

Poi mette i vestiti bagnati nell’asciugatore, i panni nella lavatrice, stira una maglia e sistema un bottone, prende i giochi lasciati sul tavolo, mette in carica il telefono, ripone l’elenco telefonico e da l’acqua alle piantine.

Sbadiglia, si stira e mentre va verso la camera da letto, si ferma allo scrittoio per una nota alla maestra, conta i soldi per la gita, tira fuori un libro da sotto la sedia e aggiunge tre cose alle lista delle cose urgenti da fare.

Firma un biglietto d’auguri per un’amica ci scrive l’indirizzo e scrive una nota per il salumiere e mette tutto vicino alla propria roba.

Va in bagno, lava la faccia, i denti, mette la crema antirughe, lava le mani, controlla le unghie e mette a posto l’asciugamano.

“Pensavo stessi andando a letto”…. commenta il marito!

"Ci sto andando", dice lei.

Mette un po’ d'acqua nella ciotola del cane mette fuori il gatto, chiude a chiave le porte e accende la luce fuori.

Da’ un’occhiata ai bimbi, raccoglie una maglia, butta i calzini nella cesta e parla con uno di loro che sta ancora facendo i compiti.

Finalmente nella sua stanza.

Tira fuori i vestiti e scarpe per l’indomani, mette la vestaglia, programma la sveglia e finalmente seduta sul letto.

In quel momento, il marito spegne la tv e annuncia: "Vado a letto".

Va in bagno, fa la pipì, si gratta il sedere mentre da un’occhiata allo specchio e pensa: "che PALLE domani devo fare la barba"….e senza altri pensieri va a dormire.

Niente di strano non vi pare?
Ora chiedetevi perché le donne vivono più a lungo!
Perché sono fatte per i percorsi lunghi (e non possono morire perchè prima hanno molte cose da fare).

 tratto da.... qui

mercoledì 26 settembre 2012

Vi presento un caro amico...

Ecco Matte! fa parte del gruppo di amici mio e dello sposo e ora anche di Tommi, è anche grazie a lui che io e lo sposo ci siamo conosciuti..... e che dire...in questo video si presenta già benissimo da solo....:) così visto che tra poco sarà la giornata nazionale per la sindrome di down, e visto che sono amica da oltre 10 anni con Matte e altri ragazzi.... ho deciso di condividere con voi questo video...un abbraccio!


mercoledì 12 settembre 2012

In compagnia di.....

In compagnia di due splendidi libri che non vedo l'ora di leggereeeeeeeeee!!!!! E stasera saranno sul mio comodino...o meglio tra le mie maniiiii che bellooooooooooooo Quello di Claudia poi mi emoziona particolarmente!!!! un abbraccio a tutte!

giovedì 6 settembre 2012

Mentre lui dorme....la mamma crea....



Sono giorni strani questi, giorni nei quali vorrei poter dare a Tommi  tutta me stessa più che posso visto che sono gli ultimi giorni da mamma a tempo pieno, visto che il 17 riprenderò......:((((((( e ancora non voglio pensarci.....

L'altro giorno in un negozio ho visto il pupazzo di Peppa Pig, cartone al quale noi  siamo  molto affezionati, noi non abbiamo la tv in casa e quindi gli, o meglio ci, concediamo solo qualche volta la visione di cartoni...e la peppa l'abbiamo subito tutti adorata! avrei voluto prendergliela, come ricordo poi da grande del suo primo cartone/personaggio preferito....ma non è proprio il momento di spendere così........stamattina, tralasciando le faccende domestiche (mamma ti vedo che leggi e storci il naso ;PPPPP) ho preso dei fogli di gommaspugna, (non sapevo esistessero...grazie "zia Michi"!) e ho provato a creare coccò (gallina per Tommi .....le adora, da dove venga questa passione ancora non si sa...) e la peppa pig!!!!!!!!!!!!!!! ecco il risultato...


Quando si è svegliato e li ha visti era felicissimo e io di piùùùùùùùùùùùùùùù....ha deciso poi dove attaccarli.... coccò sotto l'erba di orsone....ricordate? ora non c'è quel mobile li ma una cassettiera bassa....forse ha associato l'erba alle galline....

cameretta

e la Peppa dove se non vicino al suo letto?!?  ;P

buona giornata a tutte!!!!!!!!!!!!!!!!

lunedì 3 settembre 2012

aggiornamenti....di ritorno....ustione....

Mamma miaaaaaaaaaaa è passato già più di un mese dall'ultimo post....ma eravamo via...e è capitato di tutto....
Il mio cucciolo di uomo cresce sempre più....ha imparato a fare i capricci, adora l'acqua,sa fare i versi di alcuni animali...adora galline, asini, papere... cammina ormai più spedito che mai, adora guardare i libri, suonare le cose tipo batterista, giocare a palla con lo sposo...è anche un affettuosone, abbracci baci....inutile dirvi che ogni volta mi sciolgo....e se scopre che con quelli potrebbe comprarmi è la fineeeeeeeeeee...........
Le vacanze le abbiamo fatte in campagna, prima io e Tommaso dai miei vicino a cuneo, e poi con lo sposo, in un paesino isolato nella val di vara.....e è li che è avvenuto il fattaccio....Terzo giorno di vacanza al paesino.... lo sposo, Tommi e mio suocero escono a trovare delle persono in paese, io ne approfitto per cucinare per la sera qualcosa...Rimango in casa da sola, al piano di sotto, vivono le cugine dello sposo... Accendo il forno a gas, di una cucina non vecchia, di più...(solitamente uso il fornetto elettrico ma in quell'occasione la teglia era troppo grande...), non si vede la fiamma accesa, metto comunque la torta in forno....sui 200 gradi perchè è lentissimo quel forno...dopo un 15 minuti, apro il forno....nel mentre ho liberato i fornelli che erano occupati da altri manicaretti...la torta sembra sepre uguale,allora, senza aprire troppo il forno, per non far ammosciare la torta, prendo l'accendi gas, (credendo che il forno non si fosse mai acceso) infilo braccio  e mano,  metto l'accendi gas proprio nel buchino accendo e.............. BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOMMMMMMMMMMMMMMMM
Una fiamma apre il forno di botto, non sento più niente, solo un wuom...del fuoco e mi trovo spinta più in la di 1 metro o due...i fornelli a terra e l'accendi gas carbonizzato, io mi sento ancora le fiamme addosso, con la mano cerco di mandarle via e vedo che si spengono subito, sento arrivare la cugina di mio marito di corsa su per le scale, ho ancora gli occhi chiusi, per un attimo non so neanche dove sono, mi sento staccata dalla realtà...mi chiede cosa è successo...
Ho i capelli bruciati, le ciglia dimezzate e inizio a sentire un dolore e bruciore in tutta la mano destra fino al gomito...Mi viene da piangere, cerco di trattenermi perchè Sara, la cugina dello sposo ha in braccio a lei sua figlia di quasi 2 anni, arriva anche l'altra cugina, sono spaventate, hanno sentito un botto forte(io incece non l'ho nemmeno sentito, mi sono solo sentita dentro al fuoco), una pensava fosse caduto un armadio con pentole.... mi guardo allo specchio, non riesco più a trattenermi, scoppio in pianto....La paura e il dolore vincono su di me...
Chiamano il 118 per chiedere cosa fare...dicono di mettere la mano e il braccio sotto acqua fredda corrente e di fasciarlo poi in un panno bagnato freddo e  andare all'ospedale. Chiamano mio suocero perchè lo sposo, non aveva il cell... gli dicono di tornare subito giù, cercando di non allarmarli troppo ma dicendogli di non prendersela comodi...Arrivano, fanno stare Tommi fuori, lo sposo mi guarda, subito è spaventato non capisce come muoversi.. riscoppio a piangere, sembro una scienziata pazza con i capelli bruciati....il bruciore aumenta....Lo sposo mi abbraccia e mi aiuta a fare una doccia fredda veloce,  per sistemare un pò i capelli e pulirmi un pò visto che puzzo di bruciato....Mi rivesto con difficoltà( meno male che ero con i vestiti di cotone se no avrei credo preso fuoco tutta...)....Do un bacio a Tommi cercando di sorridere e  nascondere lacrime e dolore ....via di corsa a cercare un medico....
Essendo un paesino isolato non è facile arrivare a un medico...il medico di Brugnato del 118 è fuori, mi mandano da un medico in farmacia e mi dice assolutamente di andare al ps....il dolore ora è fortissimo,la mano è rossa, viola....il braccio rosso....il sole picchia in macchina e mi fa ancora più male....
Decidiamo di aspettare il medico di Brugnato che è di ritorno, per sentire se è il caso di andare o meno al ps...non vorremmo lasciare troppo Tommi...il medico mi guarda mi fa una fasciatura dicendo che è una brutta ustione di 2 e 3 grado...e di andare alla spezia (un ospedale fantasma assurdo che ci siano degli ospedali così in una città! terribile)...Il dolore è tanto ma provo sollievo per la pomata anestetizzante e la fasciatura, continuo a ripetere di non voler prendere nulla che possa compromettere l'alltattamento, fanno un pò di smorfie dicendomi che l'antibiotico sarebbe forse necessario...insisto, e una dottoressa mi viene incontro, dicendomi "questa brutta ustione è  molto interna, infatti ti sei carbonizzata l'interno che è viola...per ora non ci sono bolle aperte...e quindi sembra non esserci rischio di infezione,se mi prometti che lo prenderai se per caso ti si dovesse aprire la pelle io ora non te lo faccio prendere..." Promessa fatta....e via con fasciature, fitostimolina e ghiaccio................
I giorni seguenti, l'ustione si faceva sempre più sentire, mi sono concessa solo due tachipirine, la mano da rossa diventava sempre più viola e nera...il dolore non era solo fisico, non poter giocare con Tommi mi distruggeva...lui tenero a darmi i bacini indicandomi la bua...lo sposo...amorevole nel coccolare me e il cucciolo...mia suocera corsa in soccorso a aiutarci.....
E così...sono state decisamente delle vacanze un  pò insolite, che hanno anche permesso allo sposo di fare un pò il mammo e rendersi un pò conto di cosa voglia dire...;P
Ora sono passate due settimane e mezzo, la mano fa ancora un pò male, in particolare l'indice, devo tenerla ancora coperta, per evitare mi rimanga troppo il segno(un pò sarà inevitabile) i capelli sono come prima, le ciglia sono dimezzate ma non si vedono, e stanno ricrescendo...Ho ancora fastidio un pò nel muoverla avendo i tendini infiammati....ma spero migliori giorno dopo giorno, con Tommi è impossibile non usarla......ora sta cambiando la pelle...
Inutile dire che la paura del fuoco ora mi rimarrà per un pò...:( Ma pensandoci, poteva davvero andarmi peggio...e farmi coccolare dai miei due uomini non è stato per neiente brutto! ;)
 ecco sotto l'ustione, infima che usciva ogni giorno di più...




Qui invece... il mio pansottolo impegnato a "leggere"...quanto amoreeeeeeeeee
un abbraccio....