lunedì 18 luglio 2011

Quesito per mamme blogger!!!!


Questo post...lo dedico al quesito....Vaccinazioni?!?!?!
Il mio cucciolo a settembre dovrebbe fare il primo vaccino...il mio pediatra è d'accordo su quello obbligatorio e facoltativo...per lo meno per questo primo...ma ora navigando su internet...mi sto informando...e eccomi qui a chiedere a voi...come vi siete comportate? avete tutte vaccinato vostri cuccioli? cosa ne pensate? la prima vaccinazione a tre mesi non è presto?non è ancora troppo piccolo il bimbo?
I dubbi mi assalgono e voglio capirne di più...
I miei dubbi prima della gravidanza mi portavano a essere contraria sul vaccino al morbillo, in quanto le mamme di molti bambini che ho seguito in questi anni, affetti da autismo... accusavano questo vaccino dell'aver scatenato la patologia...sarà un caso?!?! non lo so...ma troppe coincidenze tra genitori e bambini che neanche si conoscono... troppi racconti uguali dopo questo vaccino... poi oggi ho trovato questa associazione e questo video... e questo di questo dottore : Roberto Gava...ora vorrei comprarne il libro...però...voglio il vostro parere!!!!! ditemi la vostra! un bacione!!!!

8 commenti:

  1. Provo a risponderti io, con la mia opinione personale. Questo è un tema molto delicato e, come per l'allattamento, scatena sempre le "peggio mamme" che sono dentro di noi. Quindi premetto che non penso che la mia opinione sia la migliore del mondo.
    Ok, scusa, ho dovuto farlo, l'ultima volta ho rischiato di essere lapidata.
    Nella mia regione le vaccinazioni obbligatorie sono davvero obbligatorie, nel senso che se non le fai, scatta la denuncia al tribunale dei minori, ti trovi gli assistenti sociali davanti alla porta di casa, e non ammettono i tuoi figli a scuola. Conosco una famiglia che è in causa da anni con gli avvocati.
    Detto ciò, i miei figli hanno fatto tutte le obbligatorie, tranne la mia primogenita che non aveva fatto l'anti-epatite, perché all'epoca sembrava potesse avere come effetti collaterali la sclerosi multipla (ne è affetto mio marito). Gli studi hanno poi annullato questi sospetti, e il medico dell'asl mi ha minacciato la denuncia, quindi mia figlia ha fatto il vaccino mancante, altrimenti, sarò sincera, non l'avrei fatto.
    Riguardo ai facoltativi, ho sempre avuto molti dubbi, ogni volta ci ho pensato mesi, ma alla fine li ho fatti fare. Il morbillo è davvero pericoloso, mi spaventa molto ma molto di più del vaccino, tant'è che probabilmente la malattia di mio marito è stata scatenata proprio dal morbillo. Poi ho fatto parotite, rosolia, ecc. e anche l'antipneumococco, questo solo ai gemelli, non alla grande, perché loro sono soggetti a malattie respiratorie, e così mi sono tolta almeno la polmonite da pneumo.
    Mi rimane solo il meningococco, ci ho pensato un anno intero, ma credo che alla fine farò anche quello dopo l'estate.
    Scusa il poema!

    RispondiElimina
  2. grazie Slela ogni opinione è più che bene accetta!!! soprattutto su un tema che pone diversi quesiti... un bacione....

    RispondiElimina
  3. noi non ne abbiamo fatto nessuno. Premetto che qui si è nel campo del "comunque fai sbagli", nel senso che qualsiasi decisione comporta dei rischi, si tratta solo di scegliere quali si vuole correre. Personalmente alcuni vaccini trovo assurdo farli (almeno in Italia, con le nostre condizioni igienico sanitarie) -parlo di difterite e poliomelite- su altri il discorso è veramente molto complesso. Tiei presente però che la vaccinazione non garantisce di per sè l'immunità alle malattie da cui ci si vaccina. Il mio consiglio spassionato è quello di prendere tempo e informarsi: non c'è una scadenza per i vaccini (anzi più si va avanti e più il sistema immunitario è forte per affrontarli, poi pensa che sono più forti i vaccini per i bimbi che non quelli per gli adulti!) e almeno farete una scelta pensata, di cui siete convinti (per quanto sia possibile, ovvio). Ti consiglio "Le vaccinazioni pediatriche" di Gava: è molto impegnativo come numero di pagine, ma è il più completo, in più da' anche un po' di nozioni di immunologia che aiutano a capire bene come funzionano e quali possono essere i rischi. Non dovete secondo me partire da "vaccini sì o no", ma vedere se fare quel determinato vaccino e se sì quando, se farne più d'uno insieme ecc...
    prendetevi tempo e decidete il più consapevolmente possibile: è una cosa molto importante!

    RispondiElimina
  4. Anche da noi sono obbligatori; io ho fatto tutti gli obbligatori e anche i facoltativi e non ci ho neanche pensato su più di tanto (vabbè io lo so, sono un pò così). Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Ciao!Concordo su tutto con Sibia!Io purtroppo ho avuto le informazioni necessarie dopo che Nahele aveva fatto quelle obbligatorie entro l'anno; le altre non le abbiamo fatte, però se avessimo saputo prima non avremmo fatto neppure quelle...Un libro?"Vaccinazioni.Perchè?" Macroedizioni.
    Il prossimo figlio(quando ne avremo uno...)non lo faremo vaccinare!
    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  6. Anche Martina, che ora ha 15 anni ed è un fiore di adolescente inquieta, ha fatto tutte le vaccinazioni, obbligatorie e facoltative, comprese rosolia e varicella, ed ora sto aspettando che la chiamino per quella contro il papilloma virus. Non ci abbiamo pensato molto, siamo stati fortunati?

    RispondiElimina
  7. Non sapevo che quelle obbligatorie in alcune parti d'Italia si potesse scegliere di non farle.... Io ho avuto l'ansia solo per la prima, poi le altre le ho fatte a cuor più leggero. So che se non vengono effettuate il bambino non viene poi accettato a scuola. Non so, credo che se certe malattie ora sono "debellate" in Italia è proprio per la scelta di fare obbligatorie certe vaccinazioni. Se tutti decidessero di non vaccinar ei propri figli credo che tornerebbero molti fantasmi che adesso sono spariti.

    RispondiElimina
  8. In realtà non è proprio così: spesso quelle malattie erano in forte remissione per il cambio delle condizioni igienico-sanitarie.. fossero indispensabili i vaccini per debellare le malattie avremmo ancora la peste ;)

    RispondiElimina