venerdì 20 dicembre 2013

giornate...

Il 16 è stato il mio compleanno...un compleanno perfetto, non potrei chiedere di più...è iniziato con lo sposo che usciva per andare a lavoro come sempre...io e i bimbi a tavola a far colazione quando dopo una mezzoretta...din don......era....
lo sposo così!!!! lo sposo per noi tutto il giorno...!!!! così al mattino abbiamo giocato tutti insieme...mangiato  presto presto e subito dopo......ai baracconi..... Visto che l'anno scorso appanzata non ero potuta salire su nessun gioco con il mio pansottolo "grande"...quest'anno ci siamo rifatti.... bruco mela, autoscontri.........poi abbiamo fatto un giro sulle alture di genova per vedere un bel tramonto...e poi a casa....per prepararsi ....perchè arrivavano i nonni per tenere i bimbi e fare andare me e lo sposo a cena fuori....
Arriviamo in pizzeria e............ sorpresaaaaaaaaaaaaaaaa i miei amici!!!!!!!!!!!Questa volta lo sposo si è superato perchè proprio non mi ero accorta di nulla...!é stato tutto perfettissimooooooooooooooooo!!!!! ero, sono al settimo cielo!!!!
tra l'altro non si è dimenticato neanche di prendermi un pensierino...da uno dei miei negozi preferiti...oysho... <3 p="">




per il resto che dire....a parte l'essere un pò stanca e  molla a causa dell'influenza appena passata...vedo i miei bimbi crescere sempre più...ogni giorno è un dono, una sorpresa, una conquista.... Mattia se la canta e prova a chamarmi...Tommi è sempre più un ometto...mi fanno sciogliere questi uomini di casa...

Anche se ovviamente non state a credere che le ratellate manchino con lo sposo eh!??! in questo periodo di fiacchezza mia poi...in cui vorrei un aiuto concreto la sera con i bimbi e tutto..... ;p
e poi..e poi........tra poco è NATALE!!!!!!!!!!!!!! sto finendo i miei regali fai da te per i bimbi... e mia madre è riuscita  trovare pure il pezzo di carne per fare come ogni anno la cima...per qualche giorno sembrava introvabile( lei si è mossa proprio tardi è la solita ;P) ma poi grazie a un'amica.....prendetemi per matta ma senza cima sarebbe  stato un pò meno natale da noi...non è solo un secondo, ma ha una storia, una tradizione, una dedizione nel prepararla....e quindi un ...ippippurrà per la cima!!! ;P e  voi siete pronte?!?!

giovedì 12 dicembre 2013

influenza, e incontri ravvicinati del terzo tipo....



Tu hai 39 di febbre, sei vomitata dalla balena un vicino ti avvisa di sentire nelle scale forte odore di gas, lo senti forte pure tu e chiami i pompieri,e si presenta una squadra di otto pompieri!!!!,gli apri in pigiama in stato pietoso e nel mentre vorresti sprofondare....e accanto a te un duenne esaltato....!
Da fuori comunque avrei riso di me..coi vicini. Sul pianerottolo con calze antiscivolo colorate con principe ranocchio , in pigiama rosa con mucca e scritta :"svegliatemi solo se ne vale la pena( e in quel caso sarebbe valsa la pena ;)) con faccia da disperata e un duenne gasato! E anche se ho cercato di sorridere dentro di me ero viola di vergogna... E era pure una bella squadra....quasi da film! E ovviamente quando sono arrivati la puzza non c era più, ma vi assicuro che era fortissima, ho dovuto bloccare vicini che volevano suonare a tutti, un lavascale allarmato.... E per concludere mi sono sentita pure dire :' ma non é che era odore di cibo.?!' Ok che son tre giorni che quasi non mangio ma tra cibo e. Gas.... Eravamo una decina a averla sentita forte....Dopo un giro all'interno degli appartamenti, dove la mia casa sembrava già saltata per aria...  dopo avermi chiesto un documento ( ovviamente la foto sulla carta di identità è sempre terribile...)si sono intrattenuti con Tommaso a fargli vedere l apparecchiatura, far suonare aggeggi,caschi... sorridendomi (credo per  pietà..).... Il tutto mentre io ero sempre conciata come detto sopra.... NO comment!!!


Alla sera Tommi ha accolto lo sposo esaltato....

 Stavo dimenticando.... nel mentre in bagno con porta aperta.... con sedere all'aria e cacca santa (puzzosaaaaaaaaa) c'era Mattia con mia madre!!!!!!!!!


ps....ovviamente la cosa rimane un mistero e l'importante è non sia successo nulla... 

ps... non sono state neanche allucinazioni febbrili!!! ;P

meno male che c'è lo spooso mio... ;P

mercoledì 4 dicembre 2013

Preparandoci al Natale...il nostro primo albero...

Ciaooooo.... il nostro albero ( ve lo  ricordate? clicca qui  è diventato natalizio....! Alla base le mani dello sposo, poi le mie e poi quelle di tommaso...e sulla punto la mano dello sposo con il piedino di Mattia.....
E poi ancora i gufetti natalizi, un riccio dispettoso, cuoricini......... e tanto amore nel farlo e godercelo.........






Sulla porta invece ..........

e si va avanti........... buon preparativiii :)

venerdì 29 novembre 2013

amo...

Amo fare la gara a chi vede per primo il sole sui palazzi che si svegliano...
Amo perdermi nel tuo profumo di latte e di te...mentre ti mordicchio la ciccia ;P
amo le tue manine che mi prendono il volto
i tuoi sorrisi
i tuoi discorsi
le tue capriole
i tuoi desideri
il tuo alzare il sopracciglio da conquistatore quando mi guardi...
il vederti giocare, ballare,cantare
amo sentire la parola mamma
i baci,gli abbracci
il perderci nelle favole
lo sporcarsi con i pennelli a vicenda durante le nostre creazione ...
ridere, sognare, amare
amo ...." Insieme ", "noi"
trovare la tua mano
il tuo sguardo, il tuo sostegno
sentirmi avvolta e protetta da te
preparare il Natale con voi
sentirmi piena e amata
sentirmi viva anche e soprattutto grazie a voi uomini miei <3 p="">
e intanto ci prepariamo....

lunedì 18 novembre 2013

o che bel castello .......

Su richiesta del cavaliere di casa....e con la complicità dei rotoli di cartaigienica che si stavano inzuppando sul poggiolo a  causa della pioggia e del bidone aperto dal vento della carta... abbiamo creato il nostro castello! ;P molto semplice....ritagliato insieme....e....vi ricordate il mostro cacca pupù?!?! è diventato il primo inquilino del castello insieme ai suoi fratelli.... ;P lo avete visto?!?!
Il castello è stato preparato in fretta (oggi la pazienza è in ferie...se la vedete ce la mandate?!?!) poteva venire decisamente meglio ma...sua maestà è contenta quindi... ;PPP

e stasera....si racconteranno fiabe di cavalieri,principi e principesse, castelli e maghi...al buio con solo il castello illuninato da una torcia ... ;P 




lunedì 4 novembre 2013

Non si può e non si deve dimenticare!



Non si può e non si deve dimenticare! Tommaso aveva 4 mesi e mezzo...siamo stati ore senza luce, telefono....fuori alternarsi di urla sirene e protezione civile al megafono a un silenzio assordante... il mio controllare nel primo tempo il pezzettino di bisagno visibile dalla mia finestra quando a un tratto...la bomba d'acqua è arrivata da dietro e giù nella strada sottocasa...il mio spiegare allo sposo la situazione sentendomi dare della esagerata fifona, come al solito perchè da lui a sampierdarena piovigginava....attimi di panico al buio con il mio bimbo senza riuscire a parlare con lo sposo che stava tornando a casa e non mi aveva creduto...e nel sottofondo quelle sirene e urla ".tutti in casa.....!!!!" il non poter far nulla se non attendere, sperare pregare... e il giorno dopo collaborare alla rinascita.....

mercoledì 30 ottobre 2013

Mare pioggia vento e...pazienza!

Mare pioggia vento e pazienza.....


Oggi abbiamo riprodotto il rumore del mare e della pioggia e del vento ( facendoli scivolare dalle mani ) con i legumi secchi e la polenta....
Sento il sale e lo assaggio...
Schiaccio gessetti
colorando il sale che poi metteró in barattoli di vetro...poi faró foto.... Ne abbiamo fatto uno per lo sposo uno per me è uno per Tommaso.... E li abbiamo chiamati i barattolini della pazienza.... Che qui ogni tanto si nasconde... Potrebbero aiutarci ;) e poi con tutto il sale i legumi e la polenta per la cucina ci vuole ! :D queste attività ci sono piaciute tantissimo perché. Hanno visto anche la partecipazione di Mattia... Che ha toccato con piedi sale legumi e polenta è ascoltato addormentandosi il nostro mare... 

Pioggia e mare di legumi....

venerdì 25 ottobre 2013

Da una calza....


Non avrei mai pensato alle calze ! ;)))) anche se le ho sempre utilizzate anche per altro... Vedi qui .... su gentile concessione di una calza dello sposo ( mentre lui non c era ;p ) é arrivata ...Tina ( quella grigia) l altro é Dodó arrivato un mese fa.......Tommi li adora! Ogni giorno ci giochiamo e mettiamo in scena storie.... ;)
Ieri invece..... Mi sono cimentata cona una mia calza....nel fare un orsacchiottino per Mattia...utilizzando calza, sacchetti,ago e filo ( io che non so cucire neanche un bottone e tengo l ago come una zappa :/ quanto mi piacerebbe essere capace) ..... Eccolo qui..... Mattia ha apprezzato tantissimo e per me é quello il risultato più importante che mi fa emozionare <3  
buone briciole a tutti e....... W le calze!!!

domenica 13 ottobre 2013

Mostro cacca pupù





Ma voi lo avete il mostro cacca e pupù?!??
Lavorando su spannolinamento pansottolo...ecco il nostro caccapupù...che si illumina quando gli doniamo la nostra cacca...se diventa pure verde vuol dire che ha la pancia piena e è felice! ;PPP
L ho realizzato con rotolo carta igienica,ho inserito una lucina (va bene anche una torcia piccola...io avevo una lucina che cambia colore...staccata da qualche gioco..da un tocco ancora più magico)...e ualà...
all'inizio non aveva la bocca...ma al buio era un pò pauroso a  mio parere....perfetto però per bimbi piu grandicelli....per halloween....;P ci vuole davvero nulla....e è davvero d'effetto!!! Tommi ne è entusiasta e speriamo sia anche d'aiuto ;D buone briciole!!!

venerdì 11 ottobre 2013

scoperta di un blog imperdibile... ;)

post tratti da un blog...imperdibile....eccolo cliccate qui

Il padre (tipologie)


Il padre Ambra Angiolini. Eterodiretto, sempre dotato di auricolare e in costante contatto radio con la madre a casa, per l’aiutino. “La temperatura è scesa di due gradi… le metto il cappello?”, “Emma vorrebbe un gelato, non sarà un azzardo?”, “Emma chiede dell’acqua, quella del torello è potabile?”.

Il padre negazionista. La cacca per lui non esiste. Il figlio ha un’arma di distruzione di massa nel pannolino, ma lui preferisce ignorarla, anche se gli appare il nano da giardino che si tappa il naso e dice “puzza, puzza, che puzza”.

Il padre Mourinho. Arriva al parco e divide i bimbi come Mosè le acque. Poi scatta la partita e lui ci crede tantissimo: espelle, motiva, insulta le mamme, sputa per terra e, se lo fai incazzare, va via portandosi dietro la palla.

Il padre giapponese. La sua presenza al parco è così rara che ogni cosa va immortalata. Fa foto come se piovesse, d’altronde non si è mai visto un bimbo sull’altalena.

Il padre meetic o altrimenti detto Marta Flavi. “Hai visto che bella bimba? Chiedile come si chiama”, “ma quello non è un tuo compagno di classe? No? Vabbè ma sembra simpatico, vai a giocare con lui…”.

Il padre palo. Egli si muove solo in compagnia della moglie. La mamma gioca con il figlio e lui rimane fermo, a distanza di sicurezza, sempre dieci passi indietro. Alcuni bimbi, ingannati dalla sua imperturbabilità, lo usano come pertica.

Il padre “ti prometto un milione di posti di lavoro”. Quello che per non far fare i capricci al figlio gli promette mari e monti: giochi, patatine, cocacola, Gardaland, una notte con Violetta.

Il padre tassonomico (altrimenti detto l’ingegnere). Gli hanno detto che ai figli va spiegato tutto, usando una terminologia appropriata. “Vedi lo scivolo funziona secondo la legge dei piani inclinati”, “non stare troppo vicino al fulcro dell’altalena”, “gioca solo sul tartan”.

L’iPadre. Sempre attaccato al suo iPhone, il figlio lui lo guarda solo attraverso gli occhi di Instagram.

Il padre torna a casa lassie. Lascia il figlio scorrazzare allo stato brado, tanto conosce la strada di casa.


LA MAMMA

La mamma-medicina. La Dottor House. E’ il terrore di qualunque pediatra. La mamma medicina parla come un bugiardino, per lei non esistono bambini, ma solo incubatori di virus. Non esistono arrossamenti ma solo rash esantematici. Non concepisce un colpo di tosse ma solo una possibile broncopneupatia, perché il suo bimbo non tossisce… ma expectora. La Dottor House si aggira per nidi, asili e giardini instillando il dubbio nelle altre madri, perché lei è la cura. Ma è soprattutto il male.

La mamma-dams. La dottor Muciaccia. Visionaria e all’avanguardia, è la mamma Art Attack. La creatività è tutto e in tutto. La pioggia è l’incanto del mago Piscione, il vento è la loffa del gigante Flatulente. Le foglie sono le ali degli alberi, gli alberi sono i pilastri che reggono il cielo, il cielo è il cesso del mago Piscione. E via così. La mamma dams non guida la macchina ma la bicicletta di ET. I suoi figli non indossano felpe e tute ma indumenti di carta crespa. Non vive in un appartamento, ma in una casa di pasta di pane nel fantabosco fantapignoso.

 La mamma-ingegneria. La Dottor Spock. Dalla nascita registra tutto. Poppate, evacuazioni, spostamenti, nanne, numero di passi. Normalizza i dati su modelli previsionali utili a programmare il futuro del bambino, quando avrà fame, sete, sonno, stimoli intestinali. Redige statistiche settimanali che raccoglie in un libro di bordo digitale su excel e pubblica grafici e tabelle pivot da far girare tra le colleghe. Perché la mamma ingegnere non ha amiche, ma colleghe di corso (preparto).

 La mamma-psicologia.  La Dottor Stranamore. La comunicazione prima di tutto, il bimbo deve esprimersi, e non importa se trasforma la casa in una puntata di Extreme makeover home edition, prima del makeover. E non importa se gira la testa al contrario urlando “tua madre fa pompini all’inferno” e vomitando verde. E’ tutta sana espressione del Sé. Un Sé senza ma. La mamma Dottor Stranamore ascolta e comprende quel che il figlio ha da dirle. E quel che il figlio ha da dirle è: vaffanculo.


il mamasutra RISPOSTA METODO ESTIVILL

 il Mamasutra.

Posizione dell’aratro. Il soggetto si addormenta rigorosamente e solo nel passeggino in movimento? La madre ara tutto il pavimento di casa, avanti e indietro, fino a creare solchi sufficientemente profondi per la semina.

Posizione dello scroscio infinito o  cascate del Niagara. La mamma produce un crescendo di Shhhhhhh Shhhhhh Shhhhhhh sempre più intensi e ravvicininati direttamente nell’orecchio del piccolo. A volte il soggetto, sballottolato e completamente sordo, cede e si addormenta. Molto più spesso a cedere è la vescica devastata della mamma.

Posizione La notte è piccola per noi anche detta della contorsionista nella valigia. La mamma, convinta da testi di studiosi emeriti a non accogliere il soggetto nel lettone, si infila con lui nella culla.

La Estivill. Mamma e figlio dormono avvinti come l’edera sul divano, al calore di Fate la Nanna che scoppietta nel camino.

Il feticista in erba. Il soggetto è miracolosamente sdraiato nel suo lettino confortato dall’odore della sua mamma. La culla, infatti, viene completamente foderata di vestiti usati dalla genitrice. Più il soggetto è refrattario ad addormentarsi più si consiglia una maggior stagionatura dei suddetti abiti.

Il salto della quaglia. il soggetto si addormenta solo schakerato ritmicamente? La mamma disegna con i gessetti la settimana (o campana) sul parquet dell’ingresso e ci gioca da sola saltellando con il piccolo in braccio.

La ufficiale, gentildonna. Si lascia piangere il soggetto tre secondi nella propria culla, poi si arriva in camera da letto e lo si porta via prendendolo in braccio manco fosse Debra Winger.

La già citata dervisho rotante: la mamma ruota su se stessa con il soggetto in braccio creando nel piccolo un vortice  stordimento più vicino alla trance che alla nanna.

La più calda delle posizioni Mamasutra (anche detta: Mamasuda) il tornado caldo: la mamma con una mano culla il bambino e con l’altra tiene un phon con cui scalda i piedini del piccolo. Sconsigliata nella stagione estiva.

Il canto del cigno. La madre, bimbo in braccio, canta fino alla dipartita della medesima tutte le canzoni che conosce. Iniziando con Lady Oscar e terminando con Osteria numero venti, se la figa avesse i denti.


LE MAMME AI GIARDINI :


La mamma 1 su mille ce la fa. E’ la mamma che si siede sulla panchina e si disinteressa totalmente ai figli. Fuma, guarda il cellulare, si rifà il trucco, baccaglia i padri raminghi, legge La recherche, si scaccola… qualsiasi cosa pur di dimenticare di aver procreato.

La madre Teresa. Se i figli della mamma 1 su mille tornano vivi dal parco è solo grazie a lei. La Madre Teresa, nella sua infinita misericordia, prende in consegna le altrui nidiate e si aggira per il parco saltellando come Mary Poppins in acido.

La mamma lupa. Anche detta l’allattatrice. Di solito corre dietro al figlio indemoniato di tre anni, mentre il secondogenito puppa attaccato al capezzolo tipo free climber.

La mamma Nostradamus. E’ quella che lancia anatemi a raffica: “Non correre, vedrai che cadi!”, “Non sudare, vedrai che ti ammali!”, “Non bere troppo velocemente, ti viene una congestione!”.

La madre Gianni Morandi. La cacca del proprio figlio prima di tutto! Ne parla costantemente, elencando frequenza, consistenza e colore dell’evacuazione. Se il bambino è in fase svezzamento da pannolino, ripete in loop “devi fare la cacca? No? Sei sicuro? Sento una puzzina…”. Qualora la risposta sia sì, ogni luogo è buono per ospitare il frutto del royal culetto, anche la borsa di Gucci della mamma 1 su mille ce la fa.

La madre Coraggio. Si aggira struccata, sfatta e in “ciavvatte”. Lo sguardo perso nel vuoto alla ricerca del figlio e della perduta voglia di vivere.

La mamma Ebe. Carismatica e rassicurante come la santona di Carpineta, la mamma Ebe dispensa consigli su salute, educazione e benessere degli altrui bambini. Dubito che la mamma Ebe ne abbia di suoi.

La mamma quiz. O anche detta mamma a risposta multipla. E’ quella che, mentre il figlio gioca tranquillo con la palla, propone  altre 6 attività: gelato, giostra dei cavallini, altalena, scivolo, andare a casa, andare a comprare laqualunque. La mamma quiz cresce figli schizoidi.

La mamma Furia Cieca o anche madre Gazzella. Ogni mattina a Torino una mamma si sveglia e sa che dovrà correre… e corre corre, si affanna, sempre in ritardo sui tempi, sul pranzo e la cena, sul sonnellino, sul bagnetto, sulla materna, sulla piscina. Questa Bolt del parchetto cresce rigorosamente figli Forrest Gump.

La mamma Mister Wolf. Iper organizzata, iper efficiente, ha una borsa concepita come una tabella di excel. Dentro ci trovi di tutto, anche l’olio per ovviare al fastidioso cigolio dell’altalena.

Le mamme a grappolo. Si sono conosciute al parco e si muovono in branco, parlando esclusivamente dei loro delfini. Spesso organizzano “bicchierate”, “pizzate tra mamme”, “apericena” rigorosamente senza i loro “cuccioli”. Si presentano a grappoli, esattamente come le emorroidi.


;p

La mia cucina ;)


Oggi abbiamo trasformato lo scatolone che i giorni scorsi era una macchina in una....cucina! Ci siamo divertiti molto!!! Tommaso l ha voluta dipingere di verde! Abbiamo ancora da aggiungere dei particolari...ma intanto ve la mostro ;))) e...buone briciole! Se poi cadono dalla nostra nuova cucina meglio ancora ;))) 


giovedì 10 ottobre 2013

pensando ai miei parti...

Pensando ai miei parti...al dolore delle contrazioni che formavano a ritmo una danza di pancia...a quei respiri....al liquido caldo che ti aveva cullato,quel dolore intenso, unico che si fondeva con quella forza e voglia di averlo tra le braccia....quel calore, il bruciore forte e caldo di quell'ultima spinta accompagnata dalla mia voce e dalla stretta di mano dello sposo.... quell'esplosione di vita....e il mio accarezzare quei piedini appena usciti e quella pella ancora piena di noi, una sensazione al tatto,che rimmarà unica....il suono della sua voce, il profumo della sua pelle, la sua bocca che cerca subito il mio seno, le manine che stringono il mio dito, la stanchezza e l'energia che si fondano insieme e diventano una cosa sola...i primi sguardi....tutto rimarrà unico, e impresso nella mente e nel cuore....il dolore più forte, più intenso e più bello che si possa provare la vita dentro di te che prende forma <3 span="">




e le due canzoni trasmesse in radio durante il parto e...che mi ricordo...

per Tommaso.... notte prima degli esami di Venditti...


 
  
e per Mattia... sotto casa di max gazzè... ballata casualmente pochi giorni prima con tommaso e lo sposo...come matti  ;PPP

lunedì 7 ottobre 2013

<3 autunno <3

Da noi è arrivato l autunno :D 

sabato 5 ottobre 2013

Tutti in pistaaaaaa

:))) dopo la mattinata in piscina,che ha visto il primo ingresso in acqua di Mattia....un pesciolino!  Oggi pomeriggio....complice il vento e il freddo fuori..... tutti in pista in cucina...:@ perfino Mattia aveva l abbigliamento adatto ;) baci e buone briciole!!! Lo sposo si é. Ormai rassegnato alle mie iniziative..... ;)
Il tocco speciale che però. Non si vede,  è. La salita che fa rumore al passaggio delle macchinine! Ho tolto il sensore rumoroso da una palla morbida che faceva suoni al tocco....l ho messo sotto la salita di cartone e..... pistaaaaaa Tommaso si é. Divertito tutto il pomeriggio e Mattia pure a guardarlo..... inutile dirvi che la pista é. Tuttora in cucina! ;))) dimenticavo..... secondo voi lo sposo ha rinunciato a giocarci?????!!!!! ;P
Pista con pozze d acqua,galleria,salite,strade sterrate(cartoncino zigrinato... :)))) tutto riciclato ovviamente: )