venerdì 8 aprile 2011

Leggende per appanzate....Cicogna e cavoli :)




Perchè si associa la nascita di un bimbo con l'arrivo della cicogna? Perchè proprio la cicogna?

La tradizione della cicogna che porta i neonati deriva da tempi nei quali l'uomo viveva una vita semplice, a contatto con la natura, e la cicogna era un uccello molto diffuso che era solito fare il suo nido sopra i tetti delle abitazioni.
La cicogna, per il suo nido, preferiva i comignoli da dove saliva il calore del riscaldamento, che, essendo molto costoso, veniva accesso solo in rare occasioni, fra le quali la nascita di un nonato.
Visto che l'osservazione popolare aveva notato che la cicogna sceglieva sempre case dove era nato un bimbo da poco, ha fatto sì che associasse la cicogna alla nascita di un bambino e che fosse proprio questo uccello a portarli.
In realtà era semplicemente il calore del tetto ad attirarle, ma la fantasia popolare ha "romanzato" la realtà costruendo questa storia, tra l'altro bellissima.

Bella storia anche quella che riguarda i cavoli. Per secoli nelle regioni dell'Europa Centrale il cavolo è stato l'unico alimento che, durante i mesi invernali, garantiva una quantità sufficiente di vitamine e minerali.
Simbolo di vita e di fecondità veniva seminato in marzo e raccolto dopo 9 mesi in novembre, come accade con la gestazione dei bambini.
A quei tempi infatti i concepimenti avvenivano principalmente in primavera e le nascite nell'autunno successivo. La ragione era semplice: i matrimoni si celebravano nei mesi invernali quando non si doveva lavorare nei campi e la nascita di un figlio si decideva in primavera perchè solo allora il contadino sapeva se i raccolti dell'annata avrebbero garantito un reddito sufficiente a mantenere la famiglia.
La piantagione e la raccolta dei cavoli erano compito esclusivo della donna, che spingeva ogni piantina nel terreno aiutandosi con un punteruolo di legno. Le ragazze affacendate in questo compito si divertivano a chiedere ai giovanotti "Sapete come nascono i bambini?"
Le raccoglitrici erano chiamate levatrici (come le donne che aiutavano nel parto) perchè il loro compito era di tagliare il cordone ombelicale che legava il cavolo alla terra.


Fonti : http://www.pianetamamma.it/gravidanza/gravidanza-curiosita/bambini-cavoli-e-cicogne.html

9 commenti:

  1. belle sì :-)))) ciao tesorina, come state? bacioooooooooooooo

    RispondiElimina
  2. Bene, voi? stavo guardando su internet prodotti cura corpo per bimbi, bio, e poi mi domandavo cosa si indossa durante il parto? una maglietta?niente?una camicia da notte? boooooooooo....in compenso ieri il nostro Fago mi ha schiacciato talmente tanto lo stomaco che per mezzora sono stata malissimo, come se avessi preso una congestione...poi fortunatamente con l'arrivo di papà..e facendomi dondolare dall'amaca nella sua cameretta si deve essere spostato liberando i miei organi....:) voi come state? un abbraccione!

    RispondiElimina
  3. Brava Marti, un po' di cultura sulle tradizioni e credenze popolari fa sempre bene, io non sapevo niente del perchè si dice della cicogna e dei cavoli!

    E complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  4. Che belle storie, non lo sapevo mica!!!! Sono quelle cose che uno sente sempre, e che quindi diamo per scontate senza andare a scoprirne il perchè...

    Un abbraccio panciuto e una coccola al tuo pancione (che tra l'altro è mooolto più grande del mio nonostante io sia quasi 1 settimana avanti... uffaaaaaa)

    RispondiElimina
  5. Bello non lo sapevo....Io quando avevo circa 4/5 anni, tanto volevo un fratellino, ho preso zappetta e ho tolto tutti i cavoli che mio padre aveva piantato in cortile. Colpa di una zia che mi aveva raccontato che i bimbi nascevano sotto i cavoli....ecco, mio padre non è stato molto contento!!! :)

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. ahhaha però sei stata mitica!!!! un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. ciao tesorina, anche noi siamo pro "bio" sia sull'alimentazione che sui prodotti cura corpo e cura casa...dove possibile...mmm, bella domanda...io però sto anche optando l'opzione di parto in acqua e penso che lì non avrò problemi di "abbigliamento" :-) cmq per parto naturale/normale credo vada bene una camicia da notte leggera e comoda...noi stiamo bene, il buscopan fa effetto, io riposo tantissimo, la mia piccola Emma si muove che è un piacere e anche lei adora stare in posizioni scomode per me, la sua preferita è esattamente sopra la vescica...vale a dire corse al bagno ogni 15 minuti :-) l'umore per fortuna è su anche se l'altra sera mi sono fatta un bel pianto liberatorio con maritino...va bè...oggi è estate, maritino non c'è e io sono dai miei a farmi coccolare...il vostro we invece? un bacionissimo!

    RispondiElimina
  8. Grande, sai che non lo sapevo perchè si associasse proprio la cicogna! Cuoriso vero? Ti ringrazio!!!! Un abbraccio e buonissima settimana

    RispondiElimina