martedì 13 settembre 2011

Sfogo...trovare il tempo!


Trovare il tempo... é la parola d'ordine di questi mesi... Ieri sera mi sono ritrovata a esplodere e a dire anche ciò che non avrei voluto dire...mi spiego meglio...
Il nostro fagottino, è bravissimo, ma come tutti i bimbi è ovviamente impegnativo, lui di giorno non ha mai fatto come i neonati che dormono spesso...di giorno ha sempre amato stare sveglio e guardarsi intorno (è un curiosone ;) ciò è bellissimo ma ancora forse più impegnativo, perchè quando è li nel suo passeggino, vuole essere sempre partecipe di ciò che avviene intorno a lui e se, ad agosto che eravamo in campagna con nonni e amici, ciò non era difficile da fare, perchè qualcuno c'era sempre...ora che sono da sola quotidianamente, riuscirci e riuscire a fare le cose di casa è diventata un'impresa...i piatti ormai li lavo mostrandogli piatto per piatto, e così per la roba pulita che si mette via ecc...traduzione...si ci mette un'infinità di tempo...per carità, i suoi sorrisi e le sue chiacchierate da bimbo che sembra più grande dei suoi quasi tre mesi, ti ripagano tutto però, la stanchezza rimane una brutta bestia che avanza silenziosa e poi buuum raggiunto un limite sbotti...
Il mio sposo lavora, esce quindi presto al mattino ma avendo anche calcio alla sera, arriva sempre tardi dopo cena...soprattutto in questo mese di preparazione dove si allena tutti i giorni...e la cosa ora mi sta pesando forse un pò troppo. Il calcio per il mio sposo è la sua vita e io da quando sto con lui mi sono sempre detta che non gli avrei mai chiesto di rinunciarci, che il calcio non si tocca, è il suo mondo, il suo sfogo, rifugio...Ieri sera però ero troppo stanca e così...sì, l'ho detto...ho detto quella frase..."Se non avessi calcio!!!!" Andiamo con ordine...Il mio sposo passa a prendere a casa la borsa del calcio stando due minuti, giusto il tempo di tenere Tommi in braccio mentre io mettevo via la roba stesa...esce...il frigo è vuoto, il mio sposo ha detto che faceva la spesa, ma è arrivato tardi e non è riuscito...unica soluzione...un risotto...ma per farlo bisogna avere un minimo di tempo per starci dietro...ma se si vuol magnà...ok...mi cimento nel risotto...sotto la supervisione di Tommi, spegnendo il fornello ogni volta che a Tommi non bastava solo sentire la mia voce...credo che potevamo entrare nel guinnes dei primati come tempi di preparazione...;), risotto riuscito (anche molto bene!), mangio in piedi davanti a tommi, il quale inizia a essere stanco e forse con qualche colichetta, lo prendo in braccio...si addormenta, lo metto giù e...1-2-3.....driiiiinnnn driiiiinnnnn....suona il telefono, Tommi scoppia in pianto...il telefono continua a squillare, poso il mio piatto nel lavandino senza essere riuscita a lavarlo...
Fagottino si calma e proprio mentre sta per ricrollare...................CACCA! Così...fasciatoio....cambio, lui si arrabbia, perchè vorrebbe già dormire...lo cerco di conosolare...cerca la tetta...nel mentre si ci mette anche gatto Bruno, a miagolare dalla porta perchè sente i vicini che parlano e vuole fare un giro fuori...un concerto direi...decido di dargli la tetta...a quel punto a serata più che inoltrata...rientra mio marito...che con sguardo critico guarda che sto allattando tommi..."Ma deve mangiare?!? sicura abbia proprio fame?secondo me è solo stanco!" Cerco di mantenere la calma...Mi dice di darglielo, mentre io gli riscaldo il riso...Tommi si mette a strillare, sente che lo sposo è nervoso, ha fretta di mangiare perchè stanco, inizio a delirare...riprendo Tommi e lo faccio mangiare.....Si addormenta...e il mio Sposo :" certo che poi sei stanca... potevi lasciarmelo..." grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr mi preparo per andare a letto, tanto il mio sposo si piazza davanti a tv per vedere i goal...decido allora di approfittarne per fare una bella doccia rilassante...esco dalla doccia..buio in cucina...lo sposo è andato a letto....apro la luce della cucina.....tatannnnn borsa del calcio aperta lasciata li, piatti sporchi nel lavandino, roba da lavare in +, scarpe da calcio per terra in piena vista............sono scoppiata in lacrime di nervosismo totale...altro che doccia rilassante.....! Troppo stanca decido di andare comunque a letto, proponendomi di non dire nulla subito, perchè sapevo che avrei litigato....ma poi...mi sento dire...ah amore domani non ho calcio...ma devo fare ginnastica a casa..........Non ci ho più vistoooo abbiamo la casa che è in condizioni assurde, io sono stanca morta e tu pensi ai tuoi esercizi per il calciooooooooooo! Ah una piccola parentesi...domenica ci sarà il battesimo..e sarà quasi tutto un fai da te... compreso torta ecc... quindi questa settimana non è proprio leggerissimaaaaaaaa!!!!!!!!!!!" E così l'ho detto..."o me e la mia salute mentale e fisica o il calcio!" e da li sono andata avanti con il dire che non mi va veda Tommi solo a tarda sera quando sono entrambi più stanchi e nervosi...e che poi quando sarà più grande e a quell'ora dormirà quando è che ci giocherà un pò?!? che è tutto tempo che rischia di perdere ecc.... ovviamente incavolata ho esagerato...dicendo sì preoccupazioni che ho ma che ho decisamente espresso male...il mio scopo non era il suo senso di colpa(che comunque non so se ha provato) ma arrivare a una riflessione...a un concordare un modo per trovare comunque il tempo per noi, noi tre e noi due, senza mettere da parte il calcio, ma dando anche priorità... Ma l'unico risultato ottenuto è stato che si è incavolato, è andato in cucina, ha messo via borsa e piatti e si è messo a dormire sul divano :(, sono andata a chiamarlo, dopo aver fatto riaddormentare Tommi che ovviamente sentendoci si è svegliato... è tornato a letto e stamattina è andato al lavoro... sicuramente un pò arrabbiato...ma come fargli capire che ho bisogno della sua presenza?!? e anche Tommi ne ha?! Vorrei vedesse Tommi come è di giorno, sempre sorridente, chiacchierone...e non solo in preda a coliche o a stanchezza...vorrei del tempo per me e lui...vorrei collaborazione senza dovergliela chiedere,...vorrei che il calcio non diventasse un ostacolo ma un'unione visto che lo amo anche io, e amo vederlo giocare, saperlo felice mentre è in campo, o si allena...ma in questo momento in cui sono stanchissima tutto mi riesce così difficile...mi riesce difficile farmi capire da lui...ora che ne ho più bisogno... Scusate per lo sfogo da stanchezza...so che mi capirete e perdonerete...ora vado che il cucciolo mi reclama...stasera il mio sposo non ha calcio...spero sia solo per noi...incrociate le dita per me! un abbraccione!!!!!!!! buone briciole!

4 commenti:

  1. Ciao Marti, ho appena letto un film che vivo ogni giorno ed io sono a quota due figli. La casa è un caos. Non voglio fare tutto mondo è paese, ma l'uomo è tendenzialmente più egoista della donna, noi soprattutto quando diventiamo mamma, ci annulliamo come persona e ci dedichiamo anima e cuore ai nostri pargoli. Sono pochi gli uomini che capiscono e si rendono conto di quanto impegno ci vuole con i bambini. Se tuo marito si è offeso forse ha capito di aver sbagliato, non può fare un figlio e scaricare il bagaglio a te... scusa la crudezza delle parole ma la vedo così.
    Certo qualche attenzione in meno a Tommi bisogna farla con il sacrificio di sentirlo rugnare o piangere so che sarà difficile.
    Cerca poi con calma a chiarire con tuo marito le difficoltà che incontri non esiste la madre perfetta ed è un lavoro difficile quello del genitore che nessuno insegna lo impari strada facendo.
    Per quanto può essere duro se hai la fortuna chiedi a mamma e suocera se le hai e se possono di aiutarti, magari anche solo un'oretta, portare il pupo a fare una passeggiata, mentre tu prepari cena in anticipo così quando è ora è solo da scaldare, allattare al seno è faticoso e porta via un sacco di tempo, è la cosa più bella e salutare al mondo, ma il contro e che ci devi essere tu non sei sostituibile e quindi il maritozzo deve imparare a sparecchiare e lavare i piatti se allatti senza lamentarsi.... piccole cose che se fatte aiutano la tua salute mentale, io ho spiegato a mio marito che gli abiti non vivono di vita propria e che se non li porta in lavanderia io non faccio il cane da tartufi a vedere se sulla sedia ci sono abiti da lavare o no... e così via è dura perchè non ci arrivano, ma poco per volta con costanza vedra ce la farai, io finalmente al secondo figlio ha capito che alla domenica mattina io non mi voglio liberare di loro, ma che se passano la mattinata con il papà ai giardinetti, la mamma al pomeriggio può stare con tutti e possiamo farci una passeggiate assieme, non che devo stiare rassettare ecc... lavoro fuori casa e non solo a casa.
    Ultima cosa, sfogati pure tanto e tanto io sono qui, questo fa bene, non rimuginare dentro mi raccomando le crisi sono assolutamente normali soprattutto ora che c'è una priorità in più.
    Baci Irene

    RispondiElimina
  2. trovare il tempo per sederti 5 minuti e pensare a te stessa vorrai dire! Sono mamma di due bambine...e sì anch'io sono passata dalla fase 'posso essere una super mammma, super moglie e super casalinga'..cioè credo che ci siamo passate tutte! Le mie regole sono:
    1. non sono wonder woman: se sono stanca e in casa c'è qualcosa che non è a posto (il se è retorico) la casa certo non si offende. E io so che in altri momenti so fare la brava casalinga ma ora proprio non ce la fo'. Insomma ci sarà sempre qualcosa da fare in una casa di tre persone. Allattare stanca fisicamente e mentalmente: abbi pietà di te ;)
    2. Matrimonio è comunione: cioè se c'è bisogno ci si divide i compiti. Sì i manschietti vanno educati..nel mio caso lui educa me! Torna alle otto di sera e tutte dico tutte le sere fa lui la cucina. E poi mi dico: se mio marito mi valuta male se non faccio la cucina con un bimbo di tre mesi e tutto il resto..non ha capito nulla..sono io che ne traggo conseguenze!
    3. Mamme e suocere rompono ma vanno sfruttate: mia madre in casa è perfezionista...accomodati mamma mi dai una mano? ;) E' un angelo sempre disponibile
    4. Il tempo trascorso non torna per cui goditi tuo figlio e se hai cinque minuti e sei molto stanca lascia i piatti dove sono e rilassati! Più avanti poi alla sera i bimbi a letto presto e gli sposi a trascorrere la serata insieme!
    un bacione

    RispondiElimina
  3. grazie mille! so che è normale ci siano momementi difficili, è tutto nuovo, e lite a parte mi considero più che fortunata per l'uomo che ho accanto! e anche Tommi è fortunato a averlo come padre, siamo una squadra va solo ora fatto un nuovo schema di gioco e poi......in campooo!!!!!!:) grazie davvero infinite Irene per il sostegno, un abbraccio mega

    RispondiElimina
  4. grazie Madda,hai centrato in pieno :) concordo ! un bacione!!!!

    RispondiElimina